oppure seleziona il Paese
Close
 
Capitale
 
Popolazione (milioni)
 
PIL nominale (miliardi USD PPP)
 
PIL pro capite (USD, PPP)
 
Vuoi esportare o investire nel Paese? Contattaci ora
Close
Indicatori di opportunità

Export opportunity index

Investment opportunity index

Mercato di destinazione per l'export italiano

Incremento potenziale dell'export italiano entro il 2020 (€)

Indicatori di rischio

Mancato pagamento controparte sovrana

Esproprio e violazioni contrattuali

Mancato pagamento controparte bancaria

Rischio guerra e disordini civili

Mancato pagamento controparte corporate

Trasferimento capitali e convertibilità

Andamento dell’export italiano
(valori in €, var %)
Dettaglio settore
Export italiano per settori 2016

Seleziona la tua esigenza
e scopri il prodotto più adatto a te

SACE in cifre

Per noi i numeri possono raccontare molto. Ad esempio raccontano l’impegno e la passione di più di 700 persone, che seguono oltre 25.000 clienti in 198 Paesi nel mondo.
Approfondisci

Responsabilità sociale

Prestiamo particolare attenzione agli impatti, diretti e indiretti, che le nostre attività hanno sull’ambiente e sugli stakeholder, perseguendo un approccio win-win, capace di creare valore per tutti gli attori coinvolti.
Approfondisci
SACE offre un’ampia gamma di prodotti assicurativi e finanziari: credito all’esportazione, assicurazione del credito, protezione degli investimenti, garanzie finanziarie, cauzioni e factoring.

Trade Finance

Unisci i vantaggi del factoring a quelli connessi agli strumenti di supporto all’internazionalizzazione di SACE.
Approfondisci

2i per l'Impresa

Garantisci i finanziamenti erogati alla tua impresa per sostenere attività di internazionalizzazione.
Approfondisci
SACE offre un’ampia gamma di prodotti e servizi per sostenere le aziende e le banche nel loro business sul mercato domestico e internazionale.

Guida India

L’India si accredita come potenza manifatturiera globale, offrendo molte chance anche all’export italiano. Per coglierle in sicurezza, da SACE, SIMEST e ICE arriva la nuova guida dedicata alle imprese.
Approfondisci

Country Risk Map

Pubblicata la nuova edizione della “Mappa dei Rischi 2017” che presenta i principali rischi nello scenario attuale per chi esporta e investe.
Approfondisci
SACE analizza i trend dell’economia globale, con particolare attenzione all’evoluzione del rischio paese, all’andamento dei settori industriali e ai trend dell’export italiano, monitorando 198 Paesi nel mondo.

Comunicati stampa

Scopri tutte le novità che riguardano il mondo SACE attraverso i nostri comunicati stampa.
Approfondisci

SACE MAG

Attualità, scenari di mercato, trend dell’industria italiana e tutti gli strumenti per far crescere il business nella rivista quadrimestrale del gruppo SACE.
Approfondisci
News, eventi e approfondimenti sul mondo di SACE in costante aggiornamento

Cerca

Bilancio di sostenibilità - key figures

La capacità di fare impresa in SACE non si misura solo dai risultati economici

Clicca qui e naviga il Bilancio di Sostenibilità

 

Sostegno all'internazionalizzazione, attenzione alle proprie persone e responsabilità socio-ambientale: questi alcuni dei principali aspetti passati sotto la lente del Bilancio di Sostenibilità 2016 di SACE, pubblicato per mettere a disposizione dei diversi interlocutori informazioni e dati economici, sociali e ambientali più rilevanti relativi all’azienda.

 

Il documento, redatto seguendo le linee guida dei due principali standard internazionali (AA1000 e G4-Sustainability Reporting Guidelines), è stato valutato da TÜV Italia conforme al "Livello CORE" del Global Reporting Initiative.

 

 

I nostri valori

La sostenibilità in SACE è integrata nella visione strategica dell’intero gruppo. SACE e le sue controllate svolgono le proprie attività ispirandosi a principi etici e sociali espressi nel Codice Etico e prestando particolare attenzione agli effetti che le attività hanno sull’ambiente e sugli stakeholder, perseguendo un modello di business che crei valore per tutti gli attori coinvolti.

 

I valori che SACE adotta nei rapporti con i propri stakeholder e che costituiscono il fondamento della sua cultura sono:

 

persone

    

_

_

l’attenzione alle persone: SACE ritiene fondamentale il rispetto dei diritti umani, dell’integrità fisica, culturale e morale del dipendente e la non discriminazione nel lavoro per motivi di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, appartenenza sindacale, condizione sociale e personale. SACE ricerca la soddisfazione del personale attraverso il sostegno a tutte le iniziative volte a ottenere un clima lavorativo dinamico, ispirato dalla motivazione e dal coinvolgimento e garantisce un ambiente di lavoro attento alla salute e al benessere delle proprie persone 

 cliente

 

    

 

 

l’attenzione al cliente: la valutazione delle esigenze dei clienti, il confronto e la comprensione delle loro aspettative consentono di offrire una crescente qualità del servizio e di rendere più mirata l’offerta di SACE.

 

innovazione

 

   

 

la ricerca dell’innovazione: il costante miglioramento dei prodotti e servizi viene realizzato attraverso la valorizzazione dell’esperienza acquisita. La capacità di cogliere le opportunità del progresso, di anticipare soluzioni innovative è il motore dello sviluppo di SACE.

 etica  

_

_

l’adozione di comportamenti etici: responsabilità verso la collettività, correttezza, imparzialità, lealtà, tutela ambientale, onestà, trasparenza, qualità, legalità.

 valore  

_

_

_

_

la creazione di valore: il lavoro e l’impegno condotti in modo etico contribuiscono a generare valore economico, sociale e culturale per SACE, per i clienti, i fornitori e tutti i suoi stakeholder.

 

 

 

I nostri stakeholder

Nel 2016 SACE ha affrontato in maniera più strutturata e approfondita la mappatura degli stakeholder,è stata infatti condotta un’indagine dettagliata in modo da poter avviare con loro un processo di engagement e di dialogo, rispondendo al meglio a esigenze e aspettative e misurandone la soddisfazione.

La mappatura degli stakeholder è un’attività propedeutica all’analisi di materialità e nel 2015 si è deciso di aggiornarla e approfondirla, coinvolgendo il top management. Sono stati così identificati i portatori d’interesse verso SACE e le sue controllate, posizionandoli in un “albero” con tre livelli di dettaglio progressivo.

 

Il processo di stakeholder engagement quest’anno è stato strutturato in modo tale da coinvolgere gradualmente nell’analisi tutti i soggetti identificati. Tra questi, i dipendenti rappresentano un soggetto imprescindibile nelle politiche di ascolto e coinvolgimento, per identificare e comprendere il loro livello di soddisfazione e per rispondere alle loro esigenze e aspettative.

 

Per approfondire la conoscenza di questi aspetti la CSR ha organizzato tre focus group con un campione statisticamente rappresentativo di dipendenti, sottoponendo alla loro attenzione specifiche tematiche, selezionate come quelle più vicine alle loro sensibilità.

 

Per la determinazione della rilevanza delle tematiche degli altri stakeholder, sono stati raccolti contributi provenienti da funzioni interne dell’azienda. In particolare sono state analizzate le risultanze:

 

  • dell’indagine di Customer Satisfaction realizzata nel 2015, per cogliere il punto di vista dei clienti;
  • dell’analisi della percezione del Brand (che offre una fotografia del percepito di SACE da parte di Top Clients e PMI, Opinion Leader e altri esponenti della comunità italiana);
  • di un’analisi condotta per valutare il posizionamento di SACE sui canali web. 

 

persone
  clienti
  comunita
  fornitori
  istituzioni
  partner
  azionisti
Persone      Clienti      Comunità      Fornitori      Istituzioni      Partner      Azionisti

Dipendenti

Organizzazioni sindacali

 

Piccole e medie imprese

Grandi imprese

Imprese pubbliche

Banche

Assicurazioni e riassicurazioni

Soggetti terzi beneficiari

 

Media

Organizzazioni non governative

Associazioni ambientaliste

Mondo no-profit

Studenti e mondo accademico

 

Fornitori di consulenza

Fornitori di beni e servizi

 

Istituzioni nazionali e internazionali

Enti locali

Autorità di vigilanza e controllo

 

Società di credito all’esportazione

Istituzioni finanziarie

Rete intermediaria

 

Cassa depositi e prestiti

Altri investitori

 

 

 

L'analisi di materialità

L’analisi di materialità è stata condotta con la finalità di offrire all’Azienda una serie di conoscenze utili ad affinare la strategia. Attraverso questa analisi è stato possibile identificare e attribuire le priorità a temi rilevanti sia per l’Azienda sia per gli stakeholder, in grado di influenzare in modo significativo la capacità di creare valore nel breve, medio e lungo periodo. I temi o gli aspetti identificati come “material” sono quelli che “riflettono gli impatti significativi economici, ambientali e sociali dell’organizzazione o che potrebbero influenzare in modo sostanziale le valutazioni e le decisioni degli stakeholder” .

 

L’analisi di materialità condotta da SACE nel 2016 è stata strutturata seguendo due principali standard internazionali:

  • AA1000, una serie di regole che forniscono le linee guida per la predisposizione di report di sostenibilità (AA1000APS - Accountability Principles Standard) e per lo stakeholder engagement (AA- 1000SES Stakeholder Engagement Standard), con l’obiettivo di rendere le organizzazioni più responsabili verso le conseguenze delle proprie azioni, decisioni, politiche e performance, soprattutto in ambito sociale e ambientale, in modo da stimolare il cambiamento verso uno sviluppo sostenibile.
  • “G4 Sustainability Reporting Guidelines” del Global Reporting Initiative - GRI: principale standard internazionale di riferimento per la rendicontazione di sostenibilità che pone un particolare accento sul concetto di materialità e sul dialogo con gli stakeholder, al fine di aiutare le organizzazioni a concentrarsi non solo su performance e impatti economici, ma anche su quelli ambientali e sociali.

 

Il processo di materialità è stato suddiviso in tre fasi principali:

  • identificazione
  • attribuzione di priorità
  • validazione

 

Nella fase di identificazione delle tematiche rilevanti per l’Azienda è stata effettuata un’analisi documentale delle fonti interne ed esterne, integrandola con un’analisi di benchmark dei principali competitor di settore.

I temi così identificati sono stati convalidati dai manager di prima linea di SACE S.p.A. e delle sue controllate.

L’attribuzione di priorità è la fase in cui si definisce il posizionamento delle tematiche sulla matrice. Dalla rappresentazione matriciale è possibile cogliere il grado di rilevanza sia per l’organizzazione sia per gli stakeholder rappresentati sui due assi .

 

In particolare, le due dimensioni rispondono all’esigenza di individuare, per ciascun tema:

  • il grado d’impegno che la Società ha assunto o ha intenzione di assumere su ogni tematica in base alla possibilità percepita di generare rischi e opportunità rispetto agli obiettivi strategici di breve, medio e lungo termine;
  • la rilevanza percepita dagli stakeholder sulle medesime tematiche rilevata attraverso una serie di iniziative di ascolto e coinvolgimento realizzate da SACE.

matrice di materialità

 

Di tutti i temi individuati, quelli presenti nel quadrante in alto a destra della matrice presentano una rilevanza alta su entrambi gli assi, e sono quindi quelli rilevati come prioritari per il 2016 e per i quali il Bilancio di Sostenibilità rendiconta argomenti correlati di dettaglio: modalità di gestione, indicatori significativi e ambiti di miglioramento identificati.

 

I temi risultati “material” nel 2016 sono:

  • supporto all’internazionalizzazione e all’esportazione 
  • tutela stabilità e salute finanziaria
  • rigore nella condotta aziendale
  • gestione e presidio dei rischi d’impresa
  • Customer Relationship Management
  • qualità della vita aziendale
  • valorizzazione dei dipendenti
  • partnership per favorire lo sviluppo del Sistema

 

In linea con la matrice 2015, al termine dell’analisi non sono risultate “material” tre macro tematiche:

  • gestione responsabile dell’intera catena di fornitura
  • impegno in ambito ambientale
  • impegno verso il territorio e la comunità

 

Al fine di rendicontare in modo esaustivo il proprio operato, anche per le tematiche non “material” SACE rendiconta nel presente bilancio alcuni dati chiave. In particolare, l’impegno assunto per la tutela ambientale porta a un monitoraggio costante degli impatti ambientali diretti prodotti da tutte le Società quali rifiuti ed emissioni, e all’applicazione di un processo strutturato di valutazione ambientale e sociale che SACE effettua per tutti i progetti di export credit. La validazione finale dei risultati dell’analisi di materialità condotta nel corso del 2016 è avvenuta attraverso il coinvolgimento diretto dell’Amministratore Delegato di SACE.

 

 

Una gestione responsabile

L’attenzione all’ambiente

 

Dal 2001 SACE ha integrato la valutazione degli impatti ambientali nelle attività di due diligence sia per le operazioni di export credit sia per le altre tipologie. SACE infatti esamina circa il doppio delle operazioni rispetto a quelle che sarebbe obbligata a valutare. 

SACE non si limita a una valutazione preventiva: nei casi in cui la complessità del progetto lo richieda, segue la realizzazione e l’esercizio dello stesso verificandone, nel tempo, la conformità agli standard internazionali. Il monitoraggio attivo permette di intervenire prontamente sulle situazioni di eventuale scostamento dagli standard concordati e di collaborare alla risoluzione dei problemi.

 

Al proprio interno, SACE si impegna a implementare strategie e attività eco-friendly, come la raccolta differenziata, il riciclaggio dei rifiuti, progetti di riduzione dei consumi energetici e il Mobility Management per ottimizzare le esigenze di commuting, facilitando il ricorso a soluzioni a basso impatto ambientale.

 

Nel 2016 i consumi elettrici complessivi – tipologia energetica predominante – sono stati pari a 8.222,51 GJ. Gli investimenti tecnologici effettuati in passato, in particolar modo nella sede di Roma, hanno registrato un saving di energia rispetto agli anni precedenti.

 

consumi

 

Dal 2015 i dipendenti SACE, commerciali e dirigenti, hanno la possibilità di scegliere vetture ibride come auto aziendali. SACE, inoltre, ha rinnovato le convenzioni con le agenzie del trasporto pubblico di Roma e Milano, consentendo ai dipendenti di acquistare abbonamenti di viaggio, anche a medio raggio, a costi vantaggiosi. Tale iniziativa ha incrementato l’utilizzo dei trasporti pubblici, infatti come indicato dall’Indagine di mobilità, il 34% del personale utilizza i mezzi pubblici per raggiungere il luogo di lavoro.

 

Emissioni

 

Grazie al nuovo sistema di stampa centralizzato, adottato come politica per tutte le società di SACE, il numero delle stampanti presenti si è ridotto considerevolmente passando dalle 400 alle 170 unità. Tale cambiamento ha generato una sensibile riduzione del consumo di toner grazie anche alle modificate abitudini degli utenti che hanno minimizzato la quantità di documenti portati in stampa.

 

rifiuti

 

 

 

Il supporto alla Comunità

 

La sostenibilità di SACE viene tradotta anche in attività rivolte al territorio con l’obiettivo di promuovere una vera e propria cultura della responsabilità sociale.

 

Numerose sono state le iniziative in ambito sociale che SACE ha supportato nel corso del 2016, tra cui:

 

  • il supporto dei nostri dipendenti alle attività dell’associazione no profit Dynamo Camp, centro di terapia ricreativa per bambini e ragazzi affetti da gravi patologie che sosteniamo dal 2008
  • il sostegno al Fondo Ambiente Italiano (Fai), di cui SACE è anche “Corporate Golden Donor”
  • la collaborazione al Progetto SAM (Salute Al Maschile) con la Fondazione Veronesi e al progetto Rosa Varvara della Komen Italia, per la creazione di sportelli di supporto alle donne malate di tumore al seno
  • il supporto a un programma di musicoterapia di riabilitazione per ragazzi con disabilità uditiva della Lega del Filo d’oro
  • l'organizzazione delle giornate di donazione del sangue in azienda a favore dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù;
  • la partecipazione alla Race for the cure, per raccogliere fondi a favore della ricerca contro il tumore del seno e sensibilizzare alla prevenzione

 

 

 

L'attenzione alle persone

 

Uno dei cardini del business di SACE è rappresentato dalle sue persone: l’elevata professionalità e competenza dei dipendenti è raggiunta grazie a un processo di selezione strutturato capace di identificare i migliori talenti presenti sul mercato. Inoltre, grazie a un sistema di welfare aziendale attento e accurato, i servizi offerti ai dipendenti garantiscono un senso di benessere aziendale elevato e sono un punto di forza per l’attrattività dei talenti.

 

Il Polo italiano dell’export e dell’internazionalizzazione conta oggi su 892 dipendenti. Circa il 55% è impiegato in SACE, i restanti nelle altre Società: 162 in SIMEST, 146 in SACE BT, 67 in SACE Fct, 25 in SACE SRV.

 

Il 75,9% delle nostre persone opera a Roma, il 22,3% lavora nelle altre sedi del territorio nazionale e l’1,8% negli uffici esteri.

 

Il 3,5% ha nazionalità straniera, per un totale di ben 27 nazionalità diverse presenti in azienda. Un melting pot che garantisce eterogeneità culturale e un proficuo confronto tra le persone.

 

Il 41% dei dipendenti non supera i 40 anni d’età e il 73,3% è laureato.

 

Gli uomini sono 424, mentre le donne, 468, rappresentano il 52,5% del personale e il 31,1% del corpo dirigente: una quota significativa rispetto alla media nazionale, che testimonia l’attenzione di

 

SACE alla valorizzazione del talento e della leadership femminile all’interno dell’impresa. Un impegno confermato dall’adesione a Valore D, l’associazione nata dall’iniziativa di dodici grandi aziende per rafforzare il ruolo femminile nelle imprese.

 

Nel 2016 SACE ha assunto 64 nuove risorse, 49 delle quali hanno meno di 36 anni; 30 sono donne. Ha offerto 66 stage, garantendo ai giovani laureati un’opportunità per crescere professionalmente nell’area lavorativa di loro maggiore interesse. Il 39,7% delle persone il cui stage si è concluso nel corso del 2016, è stato assunto con diversi tipi di contratto.

Nel 2016 la Società ha incrementato le ore di formazione erogate e, ancor di più, ha lavorato sugli aspetti qualitativi della formazione nell’ottica del continuo sviluppo professionale secondo il profilo di competenza richiesto. Le ore di formazione tecnico-specialistica e manageriale erogate hanno raggiunto le 14.298 ore totali, con una media di 20 ore di formazione a persona. L’offerta formativa ha previsto, per tutte le Società, oltre a quelli obbligatori, corsi in ambito informatico e linguistico che hanno consentito ai dipendenti di sviluppare competenze trasversali per la crescita professionale delle persone. La ripartizione delle ore di formazione risente della differenza numerica dell’organico tra le diverse società di SACE. 

 

Welfare aziendale

 Ai numerosi istituti di welfare già previsti dai Contratti Collettivi di Settore (assicurativo e bancario), i dipendenti di SACE godono di interventi integrativi previsti da Contrattazione di II Livello e Regolamenti Aziendali volti ad armonizzare e omogeneizzare quanto più possibile il welfare di tutti. In particolare sono previsti:

  • copertura assicurativa sanitaria a carico dell’Azienda con facoltà di estensione delle prestazioni, a scelta e a carico del dipendente, e ulteriore facoltà di estendere la copertura a coniuge/convivente/figli;
  • polizza vita a favore di tutti i dipendenti;
  • polizza infortuni professionali ed extra-professionali a favore di tutti i dipendenti;
  • contributo aziendale integrativo a favore dei dipendenti che scelgano di destinare il proprio TFR a Fondo di Previdenza;
  • contributo socio-scolastico per i figli dei dipendenti;
  • contributo in conto interessi per mutuo prima casa;
  • check-up oncologico il cui costo è a carico dell’Azienda per personale che abbia superato i 45 anni di età;
  • interventi di work-life balance che prevedono: numerose tipologie di part-time; telelavoro; permessi aggiuntivi per studio, nascita figlio, malattia figlio, accertamenti clinici, cure fisioterapiche, ricovero e intervento di familiari, lutto; estensione di periodi di aspettativa.

 

Il sistema di welfare aziendale è una leva fondamentale per garantire una completa valorizzazione e soddisfazione di ogni singola persona che compone l’organizzazione. SACE tiene in massima considerazione il work-life balance nella predisposizione delle proprie politiche relative al personale. Numerose sono infatti le iniziative attivate nel tempo per favorire la conciliazione della vita lavorativa e personale dei dipendenti di SACE. Il progetto “Telelavoro a domicilio”, attivo da diversi anni, consente ai dipendenti che ne abbiano la necessità di lavorare da casa per alcuni giorni la settimana, e per periodi di tempo determinati, tramite una postazione fornita dall’Azienda. Il legame necessario con l’ufficio e i colleghi è così assicurato dal costante contatto telefonico e telematico. Nel corso del 2016 è stato avviato un progetto pilota di smart working per un campione di dipendenti con particolari esigenze di conciliazione. 

 

Politica retributiva e sistema d’incentivazione

La politica retributiva di SACE è da sempre attenta ai principi di:

  • equità interna: la remunerazione deve essere coerente con il ruolo ricoperto, con le responsabilità assegnate alla persona e con le competenze e capacità dimostrate;
  • competitività: il livello retributivo deve essere equilibrato rispetto al mercato di riferimento;
  • meritocrazia: i risultati ottenuti devono trovare corrispondenza in un sistema premiale coerente.

 

Sulla base di questi principi, SACE ha definito un pacchetto retributivo proporzionato nelle sue tre componenti: fissa, variabile di breve periodo e benefit, così da garantire un legame tra remunerazione e performance, adottando al contempo un approccio flessibile e differenziato. Il salary gap tra uomini e donne risulta essere poco significativo, mostrando una sostanziale omogeneità nel trattamento retributivo tra i due generi. Per SACE S.p.A. si evidenzia una riduzione del divario retributivo tra uomini e donne, in particolare per i livelli di quadro e dirigente. Per quanto riguarda le Società controllate il trend risulta in linea con lo scorso anno, anche se in alcuni casi non è possibile il confronto per la mancanza di un campione rappresentativo

Remunerazione

Catena di fornitura

SACE acquisisce beni e servizi nel rispetto dei principi di efficacia, efficienza, economicità, libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, concorrenza tra gli operatori economici, trasparenza, proporzionalità e pubblicità.

I processi di acquisto si basano, quindi, su comportamenti precontrattuali e contrattuali ispirati a tali principi e agli stessi principi devono attenersi anche i fornitori nei rapporti commerciali. La selezione dei fornitori avviene attraverso un’approfondita valutazione sia degli aspetti economicofinanziari degli stessi, sia del possesso di adeguati requisiti tecnico-commerciali.

SACE ha adottato una metodologia di qualificazione dei fornitori che si basa su un’approfondita analisi dei soggetti che intendono partecipare alle procedure di affidamento di beni e/o servizi. Ai fini della qualificazione devono dimostrare, mediante presentazione d’idonea documentazione, il possesso di specifici requisiti di competenza e affidabilità legale, economico-finanziaria e tecnico-organizzativa. Ai fornitori qualificati è altresì richiesta l’espressa adesione ai principi contenuti nel Codice Etico e nel Modello di Organizzazione, gestione e controllo per la prevenzione dei reati ai sensi del D.Lgs. 231/2001.

A tal proposito, la Società si è anche dotata di un apposito regolamento per la gestione dell’elenco degli operatori economici di fiducia di SACE ex D.Lgs. 163/2006 e Smi.

SACE, ai fini dell’acquisizione di beni e/o servizi, a seconda dei differenti importi delle forniture e conformemente alla vigente normativa di riferimento, può procedere mediante affidamento diretto, oppure mediante l’esperimento di una procedura competitiva a invito o di una gara europea. Gli operatori economici che intendono partecipare alle procedure di affidamento di qualsiasi importo non devono trovarsi in una delle cause di esclusione dalle procedure di gara, e devono essere in regola con l’adempimento degli obblighi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, nonché essere adempienti rispetto alle prescrizioni in materia di assunzione di lavoratori appartenenti a categorie protette. 

Nello svolgimento delle attività di acquisizione di beni e/o servizi, siano esse affidamenti diretti o procedure competitive, SACE tiene comunque conto di quanto previsto dal Modello di Organizzazione, gestione e controllo per la prevenzione dei reati ai sensi del D.Lgs. 231/2001 e dal Codice Etico.

Le prestazioni dei fornitori, oltre a dover rispettare i livelli qualitativi richiesti, devono essere caratterizzate dall’impegno ad adottare le migliori pratiche in termini di condizioni di lavoro, di salute e sicurezza sul lavoro, di responsabilità ambientale e di etica.

Alle attività di selezione e di qualificazione segue un costante monitoraggio delle performance dei fornitori durante l’esecuzione delle prestazioni, sia rispetto alla correttezza dei comportamenti tenuti in sede di gara o di presentazione delle offerte, sia rispetto alla sicurezza, qualità e tempistica che caratterizzano le stesse prestazioni.

Tale monitoraggio è previsto che sia effettuato anche mediante l’ausilio di un software per la qualificazione e gestione dei fornitori di CDP e delle controllate (ivi inclusa SACE).

Obiettivi di miglioramento

Realizzazione degli obiettivi 2016

 

Le attività effettuate nel corso del 2016 hanno permesso il raggiungimento di diversi obiettivi prefissati in passato. In particolare, rispetto ai temi emersi come “material”:

  • SACE, insieme a SIMEST, ha implementato il nuovo modello commerciale con cui offre i servizi di consulenza e personalizzazione dei propri prodotti. L’obiettivo di semplificare l’accesso è stato raggiunto grazie alla creazione del “polo unico”;
  • la mappatura degli stakeholder, effettuata nel corso del 2015, è stata utilizzata come base di partenza per la pianificazione del forum multi-stakeholder realizzato. 

 

Obiettivi di miglioramento 2017

 

L’analisi di materialità è stata fondamentale per la definizione degli obiettivi di miglioramento per il 2017.

Gli aspetti identificati rispondono alle aspettative degli stakeholder e alle linee strategiche di SACE. In particolare, rispetto ai temi emersi come “material”:

  • dare maggior evidenza pubblica, attraverso uno sforzo comunicativo, delle attività di valutazione dei rischi socio-ambientali che SACE effettua sulle diverse progettualità. Tale aspetto è emerso tra i punti di attenzione del forum multi-stakeholder effettuato;
  • SACE ha sempre rivolto la massima attenzione al benessere e alla valorizzazione dei propri dipendenti. Le attività di engagement effettuate hanno confermato un elevato grado di soddisfazione da parte del personale. L’obiettivo futuro è quindi il mantenimento e il potenziamento degli strumenti implementati nel corso degli ultimi anni;
  • per proseguire il percorso di engagement si prevede la realizzazione di una survey in grado di coinvolgere un numero più elevato di stakeholder interni ed esterni.

 

Infine, per il 2017, si prevede un ampliamento del perimetro di rendicontazione con l’introduzione dei dati di SIMEST.

 

 


 




Per informazioni contatta Telefono +39 06.6736.255 Email CSR@sace.it
Desideri ulteriori informazioni? Contattaci al numero verde 800 269 264
Oppure clicca qui per compilare il modulo di contatto, ti risponderemo al più presto.

Dati di contatto

Contatti