oppure seleziona il Paese
Close
 
Capitale
 
Popolazione (milioni)
 
PIL nominale (miliardi USD PPP)
 
PIL pro capite (USD, PPP)
 
Vuoi esportare o investire nel Paese? Contattaci ora
Close
Indicatori di opportunità

Export opportunity index

Investment opportunity index

Mercato di destinazione per l'export italiano

Incremento potenziale dell'export italiano entro il 2020 (€)

Indicatori di rischio

Mancato pagamento controparte sovrana

Esproprio e violazioni contrattuali

Mancato pagamento controparte bancaria

Rischio guerra e disordini civili

Mancato pagamento controparte corporate

Trasferimento capitali e convertibilità

Andamento dell’export italiano
(valori in €, var %)
Dettaglio settore
Export italiano per settori 2016

Seleziona la tua esigenza
e scopri il prodotto più adatto a te

SACE in cifre

Per noi i numeri possono raccontare molto. Ad esempio raccontano l’impegno e la passione di più di 700 persone, che seguono oltre 25.000 clienti in 198 Paesi nel mondo.
Approfondisci

Responsabilità sociale

Prestiamo particolare attenzione agli impatti, diretti e indiretti, che le nostre attività hanno sull’ambiente e sugli stakeholder, perseguendo un approccio win-win, capace di creare valore per tutti gli attori coinvolti.
Approfondisci
SACE offre un’ampia gamma di prodotti assicurativi e finanziari: credito all’esportazione, assicurazione del credito, protezione degli investimenti, garanzie finanziarie, cauzioni e factoring.

Trade Finance

Unisci i vantaggi del factoring a quelli connessi agli strumenti di supporto all’internazionalizzazione di SACE.
Approfondisci

2i per l'Impresa

Garantisci i finanziamenti erogati alla tua impresa per sostenere attività di internazionalizzazione.
Approfondisci
SACE offre un’ampia gamma di prodotti e servizi per sostenere le aziende e le banche nel loro business sul mercato domestico e internazionale.

Guida India

L’India si accredita come potenza manifatturiera globale, offrendo molte chance anche all’export italiano. Per coglierle in sicurezza, da SACE, SIMEST e ICE arriva la nuova guida dedicata alle imprese.
Approfondisci

Country Risk Map

Pubblicata la nuova edizione della “Mappa dei Rischi 2017” che presenta i principali rischi nello scenario attuale per chi esporta e investe.
Approfondisci
SACE analizza i trend dell’economia globale, con particolare attenzione all’evoluzione del rischio paese, all’andamento dei settori industriali e ai trend dell’export italiano, monitorando 198 Paesi nel mondo.

Comunicati stampa

Scopri tutte le novità che riguardano il mondo SACE attraverso i nostri comunicati stampa.
Approfondisci

SACE MAG

Attualità, scenari di mercato, trend dell’industria italiana e tutti gli strumenti per far crescere il business nella rivista quadrimestrale del gruppo SACE.
Approfondisci
News, eventi e approfondimenti sul mondo di SACE in costante aggiornamento

Cerca

Altre Pubblicazioni

Che export tira?

Nel quadro di una ripresa globale degli scambi (oltre il 4% la crescita, in volume, nei primi cinque mesi del 2017), l’export italiano viaggia a ritmi nettamente superiori alle attese: +8%, in valore, nel primo semestre dell’anno. L’euro forte, atteso a quota 1,20 dollari entro la fine del 2017, e le tensioni che stanno interessando alcune geografie, non hanno arrestato la corsa del Made in Italy.
Approfondisci

TPP vs RCEP: Cina “piglia tutto”?

L’abbandono da parte degli Stati Uniti della Trans-Pacific Partnership (TPP) offre alla Cina la possibilità di farsi capofila di un’importante integrazione economica nell’area dell’Asia-Pacifico, attraverso la Regional Comprensive Economic Partnership (RCEP) e di andare oltre, cercando di coinvolgere anche i paesi dell’America Latina.
Approfondisci

L’export italiano alla sfida dei mercati emergenti

Uno degli effetti della globalizzazione è stato quello di favorire lo sviluppo dei paesi emergenti che nel tempo hanno assunto un ruolo geopolitico sempre più rilevante. Con l’economia che è diventata sempre più integrata e competitiva, gli equilibri mondiali sono mutati. I paesi avanzati hanno visto diminuire il proprio peso sul Pil globale a scapito della quota detenuta dai paesi emergenti (Figura 1); su tutti, la Cina ha mostrato l’evoluzione più consistente con un incremento di quasi 15 punti percentuali negli ultimi trent’anni. L’ascesa economica di queste geografie è evidente anche dal lato della produzione manifatturiera. Attratti dal basso costo della manodopera e dalla necessità di un presidio in mercati ad alto potenziale di domanda, un numero crescente di imprese dei paesi avanzati ha optato per l’internazionalizzazione dei processi produttivi in queste economie: ciò in parte spiega perché dal 1990 al 2010 la produzione manifatturiera dei paesi del G7 sul totale mondiale è diminuita di circa il 18% , facendo strada, tra gli altri, ad alcuni paesi emergenti quali Cina, India, Indonesia, Polonia e Thailandia.
Approfondisci